Gare http://genovakendo.com Tue, 24 Oct 2017 04:22:15 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it Trof del Vino + TL4^giornata Alba 19/3/17 http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/333-trof-del-vino-tl4-giornata-alba-19-3-17 http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/333-trof-del-vino-tl4-giornata-alba-19-3-17

In attesa della pubblicazione delle foto dell'evento nella gallery ecco un'anteprima di com'è andata la giornata e qualche foto!

trofeoliguria4giornata2017

trofeodelvino2017

controlla qui in basso la minigallery!

 

  • trofeoliguria
  • trofeodelvino
  • gara
  • squadre
    ]]>
    andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Wed, 01 Feb 2017 16:15:59 +0000
    Qualifiche CCII a squadre 2017 - Resoconto http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/330-qualifiche-ccii-a-squadre-2017-resoconto http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/330-qualifiche-ccii-a-squadre-2017-resoconto
     
    qualcampita 13

    Qualifiche CCII a squadre 2017

    Ci eravamo solo presi un anno sabbatico, e ora siamo tornati.
    Vuoi per motivi personali, vuoi per la lunga trasferta fino in Sicilia, la squadra dell'Andrea Doria Kendo aveva rinunciato a partecipare ai campionati italiani CIK 2016.
    E così, visto che ormai i dojo sono tanti, sparsi su tutto lo stivale, si è dovuto ricominciare, a Firenze, con le qualificazioni alla fase finale, in programma per il 4-5 Marzo a Varese.
    L'entusiasmo era tanto e a testimoniarlo c'è il fatto che abbiamo deciso di scendere il giorno prima della gara, in 9, due oltre il numero dei combattenti iscritti.
    4 12
    Flavio e Mattia ci guidano fino a destinazione dove poi Chiara e Alberto prendono le redini del gruppo per il giro turistico della città. L'aria è fredda, ma le ultime ore di luce ci regalano momenti di immersione totale nella bellezza del luogo.
    Poi, più concretamente, andiamo a rifocillarci con ossibuchi, ribollite e rosticciane e cioccolate calde di qualità. Perché anche il palato vuole la sua parte!
    Al mattino godiamo ancora del panorama mozzafiato di piazzale Michelangelo e respiriamo l'aria frizzante del mattino. Dopodiché colazione e una sfilza di integratori da far impallidire il coach della nazionale sovietica di sollevamento pesi. Scherzi a parte, un sentito ringraziamento va a La compagnia del Fitness che ci supporta sempre durante i momenti più intensi della pratica.
    Al palazzetto siamo in 21 squadre, 120 atleti pronti a giocarsi gli otto posti liberi della fase finale.
    La sorte sembra dalla nostra, siamo in una pool da solo due squadre, e diventa fondamentale vincere per poi incontrare una squadra uscita per seconda da un'altra pool.
    Durante il viaggio avevamo pensato diverse strategie, ma alla fine scegliamo una delle soluzioni più inedite di sempre.
    Contro il Kenzan Gallarate Diana parte bene e ci porta in vantaggio, poi il giovane Rocchino, alla sua prima esperienza in questa kermesse, soccombe sotto i colpi del “Golia” Zanlorenzi.
    Il nostro capitano, Chuken d'eccezione, vince sulla comunque bravissima Beretta, presente e futuro della nazionale, e l'agguerritissima Camagna mantiene il risultato per noi pareggiando contro l'esperto Calvino. Prima volta al posto del Taisho Barbieri non si emoziona e sconfigge l'amico cagliaritano Santagati, sempre tenace fino alla fine.
    Piccolo pranzo e si riparte.
    L'avversario stavolta è il KyuShinRyu di Varese.
    Manca uno dei suoi elementi più esperti, Giacomo Cucinotta aka Malato di Kendo e la formazione conta due kyusha.
    Partiamo alla grande con il nostro Alberto Tonet, entrato per Rocchino, che piazza due ippon con grinta e poi è tutto in discesa.
    La competizione si ferma, purtroppo, dopo gli ottavi e con i nominativi già assicurati, si è dovuto interrompere con grande disappunto di tutti, specie dei nostri che si sentivano in grande forma.
    Si rientra presto, stanchi e soddisfatti. _Martedì ci saranno comunque impugnature da sistemare, movimenti dei piedi da migliorare e tutto quello che di immateriale questa pratica ci regala, come il grande KIAI che si è potuto respirare a Bagno a Ripoli per tutta la giornata di Domenica.
    Grazie
    ….ah certo...pagelline
    Diana: 8
    Un senpo classico e deciso come un Chianti. Non perde, spesso vince.
    Guascone
    Rocchino: 7
    Si batte contro un avversario impari, e quasi quasi gli piazza un kote.
    Provaci ancora, David
    Tonet: 8
    Prima trasferta davvero importante, si fa trovare pronto ed esplosivo
    Molotov
    Pizzamiglio: 8
    Discute mille possibilità con la squadra e poi sfodera una formazione inedita e vincente.
    Macchiavelli
    Camagna: 7 e mezzo
    Stavolta le manca il guizzo, comunque affronta duramente un quarto e un secondo dan senza subire e regala sempre grande tranquillità, dentro e fuori lo shiajo.
    Lindor
    Olivieri:7
    Solita guida, in tutti i sensi.
    Virgilia
    Leone:7
    Per ora guarda, domani ruggirà sul quadrato.
    Cucciolo
    De Carli:7
    Purtroppo non trova spazio nella squadra,complice anche un piede dolorante. La sua presenza si fa comunque sentire!
    RadioGaga
    Dalla redazione:
    Barbieri: 8
    Il ruolo di Taisho non lo spaventa, conferma una evoluzione tecnica e mentale fondamentale vincendo entrambi i combattimenti per 2-0.
    Avanti così !!!
    • qualifiche
    • campionati italiani
    • CIK
      ]]>
      andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Sat, 07 Jan 2017 12:15:18 +0000
      Trofeo Liguria 2017 - Seconda Giornata http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/329-trofeo-liguria-2017-seconda-giornata http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/329-trofeo-liguria-2017-seconda-giornata

      WhatsApp Image 2017 01 09 at 16.40.01 1

      Domenica 8 Gennaio si è svolta la seconda giornata del Trofeo Liguria 2017.

      A PalaMarco di Albenga, ospiti della palestra locale, ci siamo presentati con la solita compagine numerosa e agguerrita.

      In totale siamo un po' meno del solito per via dei malori stagionali e della prossimità alle feste ma si è decisa questa data anche per avere una possibilità ulteriore di gareggiare prima delle qualifiche ai campionati italiani che si terranno a Firenze questa Domenica.

      Contiamo comunque la solita mezza dozzina di ospiti non liguri che rendono questo appuntamento ancora più succuso.

      Al mattino si svolge la gara kyu. E' bello vedere che anche i più giovani hanno ormai, dopo sei anni,  i loro avversari abituali e l'atmosfera è impregnata di una sana competitività.

      La spunta il nostro Matteo Rocchino, che parte in sordina ma poi esplode nel finale.

      A seguire decidiamo, sempre in vista delle qualifiche, di fare un piccolo girone (ovviamente all'italiana) a squadre.

      Vince il quintetto guidato dal neopapà Christian Filippi, anche aiutato dal nostro Francesco De Carli, che poi si guadagnerà il Fighting Spirit della giornata.

      Nella gara Open è ricca di scontri di alto livello tecnico e culmina nello scontro tra i due 6° Dan:

      Mattia Pizzamiglio e Christian Filippi.

      Ne esce vincitore il tecnico Cussino che balza in testa alla classifica con 7 punti di distacco dal secondo.

      Non paghi della giornata molti si fermano per il gigeiko finale e questo è sempre il modo migliore per terminare una giornata di agonismo e prepararsi per la successiva.

      Grazie al Savona Kendo per l'organizzazione e ci vediamo il 12 Febbraio ad Albenga per la prossima tappa.

       

      I risultati della giornata:

      Gara improvvisata a squadre da 5:

      1° class: Savona (2 vittorie di squadra, 8 vittorie individuali complessive)

      2° class: Piacenza (2 vittorie di squadra, 7 vittorie individuali complessive)

      3° class: Genova (1 vittoria di squadra, 6 vittorie individuali complessive)

      4° class: Ronin (1 vittoria di squadra, 4 vittorie individuali complessive)

      Gara Kyu:

      1° class: Matteo Rocchino

      2° class: Giada Palermo

      3° class: Nicolò Senesi - Sonia Razza

      Gara Open:

      1° class: Filippi Christian

      2° class: Mattia Pizzamiglio

      3° class: Davide Baiardi - Matteo Francardo

      Fighting spirit: Francesco De Carli

      Più in basso troverete le classifiche complete!

      Che dire! Un'altra super giornata All-Kendo

      Link alla Gallery: http://genovakendo.com/index.php/eventi/yamabushi-cup-trofeo-liguria-2017/seconda-giornata

      A presto!

      • trofeoliguria
      • gare
      • gara
      • albenga
        ]]>
        andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Sat, 07 Jan 2017 12:15:15 +0000
        Trofeo Ficuciello 13/11/2016 http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/318-trofeo-ficuciello-13-11-2016 http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/318-trofeo-ficuciello-13-11-2016

        Anche noi presenti alla 13^ edizione di questo torneo ormai sfida annuale per il dojo!

        • trofeo
        • ficuciello
        • 2016
          ]]>
          andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Sun, 27 Nov 2016 08:37:00 +0000
          Trofeo Città di Alessandria 12-13/11/2016 http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/317-trofeo-citta-di-alessandria-12-13-11-2016 http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/317-trofeo-citta-di-alessandria-12-13-11-2016

          Anche quest'anno l'Andrea Doria kendo ha partecipato al Trofeo Internazionale Città di Alessandria.
          Partecipanti da tutta Europa con nutrita rappresentanza francese ma anche da Croazia, Polonia, Ungheria e Finlandia per citarne solo alcune.
          Sabato gare individuali con i nostri Emma Camagna, Chiara Olivieri, Giovanni Mazzarello e Nicola Perugia presenti.
          Domenica squadra ridotta vista la contemporaneità dell'altro trofeo Ficuciello a Novara, per l'Andrea Doria hanno combattuto Emma Camagna e Mattia Pizzamiglio.

          • trofeo
          • alessandria
          • 2016
            ]]>
            andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Sun, 27 Nov 2016 08:35:21 +0000
            Coppa Ambasciatore 17-18/09/2016 (seconda parte) http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/314-coppa-ambasciatore-17-18-09-2016-seconda-parte http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/314-coppa-ambasciatore-17-18-09-2016-seconda-parte
            13
            SECONDA PARTE

            Dicevamo, battiamo lo squadrone siciliano e usciamo primi dalla pool!

            Siamo entusiasti e anche un po' stanchi. Abbiamo un po' di tempo prima del prossimo incontro e ne approfittiamo per ricaricarci con i rifornimenti del nostro mitico Nicola, sempre presente in ogni trasferta, anche se lontano.

            Dopo uno spareggio estenuante il Lazio ci raggiunge sul tabellone trascinato dal capitano Licausi.

            Stavolta sono le nostre donne che si mettono in mostra e ci portano in vantaggio, poi ci pensa il nostro capitano Baiardi a portarci in semifinale.

            Ad aspettarci è la Lombardia Est, gli amici di Rho e Monza che ogni tanto vengono anche a partecipare al nostro Trofeo Liguria sono la colonna portante della squadra. Sappiamo che non sarà semplice. L'iper combattivo Francardo tiene su la squadra dopo un pessimo Chuken (io. Ndr) che si fa rimontare dall'1-0 e poi di nuovo il nostro capitano strappa (è il caso di dirlo) la vittoria combattendo contro la Francese adottata a Lambrate Cecile Roore.

            E' il momento della finale. Dalla coppa ci separano i sette kenshi della Lombardia Ovest, composta da un paio di nazionali, un campione europeo juniores, una campionessa italiana, un settimo renshi, il figlio di un settimo renshi e una ragazza che invece era umana, quasi...

            Lottiamo fino all'ultimo secondo e goccia di sudore, ma purtroppo veniamo sconfitti 3-1. Un risultato netto, ma non schiacciante.

            PAGELLE
            Rocchino: 9
            Dove lo metti sta, nel quadrato si scatena e poi ritorna nella sua compostezza flemmatica.
            La sera prima della gara, visto che voleva vedere un video gli consiglio “i migliori Ippon di Teramoto”...”sono i migliori che tu possa vedere” gli dico io...”...dopo quelli che farò domani” risponde lui!
            Samurai.
            Camagna: 9+
            Se Rocchino si scatena Emma molla proprio la zavorra e decolla sullo shiaijo. Abbatte l'avversaria romana con 2 men da paura! Fuori dalla palestra è il solito tifone.
            Camagna alla seconda.
            Olivieri: 8 e mezzo
            Chiara porta nella competizione tutto il lavoro sui fondamentali che sta ripercorrendo da tempo e si vede. Mantiene sempre la calma e la infonde ai suoi compagni. Durante il viaggio non l'ho vista ma immagino che abbia salvato più volte la situazione.
            Navigatore.
            Barbieri: 6 e mezzo
            Facciamo che se stai vincendo 1-0 non devi perdere. Il resto è il solito teatro.
            Wild card.
            Francardo: 8
            Matteo è l'Agonismo impersonificato che poi si è mangiato la Competitività a colazione.
            Deciso e determinato dentro la gara fuori è un pezzo di pane. Credo però che gli avversari ricordino più la prima delle due facce.
            Dr.Jekyll&Mr.Hyde.
            Dallosta: 8
            Prenota, organizza, guida. Dentro e fuori lo shiajo è sempre pronto. A volte davanti ad avversari davvero inaffrontabili come il pluri campione europeo Giannetto è costretto a soccombere, ma mai senza aver assaltato fino allo stremo.
            Feldmaresciallo.
            Baiardi: 8 e mezzo
            Davide sente molto il ruolo di capitano e dà a quelli che stanno per combattere i giusti consigli per affrontare la situazione mentre questa si delinea.
            Il Gyaku-Do della finale andatevelo a vedere su youtube, chettelodicofare.
            Captain America.
            Pizzamiglio&Turturro: 9
            Il selezionatore ha evidentemente fatto bene a stare fuori dalla competizione ed escludere Tiziana  perché hanno ormai una certa età e quindi largo ai giovani! Scherzi a parte, grazie dell'opportunità, della capacità di organizzare la preparazione, della dedizione nel seguirci e consigliarci.
            Pilastri.
            La squadra: 10
            Concludo come ho iniziato, siamo affiatai e si vede, si sente nell'aria, in bocca mentre ti mangi i gomiti durante i combattimenti dei compagni (cit.). Mi auguro che possiamo continuare a essere una dimostrazione di unione, anche tra dojo distinti, a testimonianza della natura profondamente inclusiva di questa pratica meravigliosa.
             
            Albero Barbieri
             

            Visita la Gallery dell'evento QUI.

            Video della finale su Youtube:

            https://www.youtube.com/watch?v=UB0slSRd_iA 1° Shiai

            https://www.youtube.com/watch?v=5hjOCgDjW1U 2° Shiai

            https://www.youtube.com/watch?v=zd8ewpj9KdM 3° Shiai

            https://www.youtube.com/watch?v=Vui9qeLWxoc 4° Shiai

            https://www.youtube.com/watch?v=1wDVwkV1ZZY 5° Shiai

            https://www.youtube.com/watch?v=F9Rs7BR5E3o 6° Shiai

            Sono altresì presenti i video dell'evento sullo stesso canale YouTube!

            • roma
            • ambasciatore
            • coppa
            • gara
              ]]>
              andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Fri, 23 Sep 2016 08:02:03 +0000
              Coppa Ambasciatore 17-18/09/2016 (prima parte) http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/313-coppa-ambasciatore-17-18-09-2016 http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/313-coppa-ambasciatore-17-18-09-2016

              L'evento:

              Coppa dell'ambasciatore

              Sabato mattina, in verità un po' timorosi di esaurire forze durante il seminario, ci schieriamo nel palazzetto romano. E' il primo evento dell'anno e ritrovare più di cento persone unite dalla stessa passione ci fa dimenticare la titubanza iniziale e salire la voglia di praticare.

              Il seminario è condotto dal solito mammasantissima 8° dan Hanshi MAKITA MINORU, campione mondiale nell'82, e da un suo kohai KAWAKAMI ARIMITSU.

              Nel discorso di apertura il sensei dice che vincere è il traguardo della competizione in sé stessa ma fare shiai con l'animo libero del gigeiko è l'obiettivo più importante della pratica agonistica.

              Ci dividono in tre gruppi e si lavora sul fondamentale: kirikaeshi e uchikomi fino a 1° dan, spinta del piede sinistro e debana waza fino al 3° e e diverse tecniche per i gradi superiori. Anche per loro però grande lavoro sul centro e la spinta corretta.

              Il pomeriggio è dedicato agli arbitri, pochi combattono, e vengono analizzate gli ippon dati o meno.

              E' un po' noioso guardare e basta, soprattutto se hai fatto 500 km e sei con la crème de la crème del kendo italiano, però bisogna riconoscere che sono stati trattati argomento come l'hassugi e il sae e quindi ci mettiamo in tasca qualche spunto su cui riflettere e tutti in albergo.

              Siamo invitati all'aperitivo (striminzito) e poi ci fiondiamo in trattoria dove le porzioni romane non si smentiscono. Siamo rilassati, ridiamo e parliamo poco della gara, nonostante avessimo finalmente conosciuto i nostri avversari: Sicilia e Italia centrale (Umbria e Marche).

              Prima di mezzanotte suona il silenzio.

              Domenica mattina siamo così rilassati che usciamo in hakama e gi dall'albergo...do e tare no perché erano rimasti al palazzetto.

              Ci sono solo 3 incontri dopo le eliminatorie per assicurarsi la coppa che svetta sul fondo, quindi uscire primi dalla pool potrebbe metterci sulla buona strada. Iniziamo noi contro il Centro Italia, vincendo con un po' di margine e poi vediamo i siciliani infliggere 14 ippon alla squadra di Nicolini e Co.  Sappiamo che dobbiamo battere la Sicilia. Rocchino distende la squadra con una fulminea vittoria e da lì in poi ognuno fa il suo. Vinciamo 3 a 1 e passiamo primi.

              FINE PRIMA PARTE 

              SECONDA PARTE

              Visita la Gallery dell'evento QUI.

              Video della finale su Youtube:

              https://www.youtube.com/watch?v=UB0slSRd_iA 1° Shiai

              https://www.youtube.com/watch?v=5hjOCgDjW1U 2° Shiai

              https://www.youtube.com/watch?v=zd8ewpj9KdM 3° Shiai

              https://www.youtube.com/watch?v=Vui9qeLWxoc 4° Shiai

              https://www.youtube.com/watch?v=1wDVwkV1ZZY 5° Shiai

              https://www.youtube.com/watch?v=F9Rs7BR5E3o 6° Shiai

              Sono altresì presenti i video dell'evento sullo stesso canale YouTube!

              • coppa
              • ambasciatore
              • gara
              • roma
                ]]>
                andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Wed, 21 Sep 2016 17:13:45 +0000
                3° Giornata del Trofeo Liguria - Intervista MediaGold http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/307-3-giornata-del-trofeo-liguria-intervista-mediagold http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/307-3-giornata-del-trofeo-liguria-intervista-mediagold

                Dopo una fantastica giornata di Shiai molto intensi ecco il link del video dell' intervista di Domenica rilasciata nell'ambito del Trofeo Liguria svoltosi questa volta ad Albenga.

                http://www.mediagold.it/magazine/sport/arti-marziali/trofeo-ligure-di-kendo-5a-edizione-incontro-con-il-gotha-dei-kendoka-liguri

                Molto presto saranno pubblicati risultati e gallery dell'evento!

                Si ricordano i prossimi eventi:

                23-24 Aprile a Genova Stage Giovanissimi e Juniores CIK

                7-8 Maggio a Torino CCII Kyu Juniores Givanissimi e CIK Taikai

                 

                • albenga
                • trofeoliguria
                • gare
                • video
                  ]]>
                  andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Fri, 16 Apr 1993 09:39:00 +0000
                  Ronin Cup 2015 http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/295-secondi-alla-ronincup http://genovakendo.com/index.php/component/k2/item/295-secondi-alla-ronincup

                  La squadra, arrivata alla Ronin Cup come sconosciuta, si aggiudica il secondo posto...dietro solo alla squadra della Nazionale Francese!!

                  L'originale evento raccontato da un membro del team. Un assaggio di kendo e delle emozioni che porta.

                  Una buona descrizione informativa dell'evento con gallery e commenti integrati!
                   
                  Ecco il diario di viaggio e di gara, ringraziamo Alberto per la testimonianza, in fondo la Gallery e i commenti!
                   
                   
                  Ronin Cup 2015
                   
                  Venerdì 16 ore 14:30
                   
                  Si parte dal casello di Genova Ovest in quattro, si raccoglie il quinto elemento a Savona e ci si appresta a 600 km di autostrada.
                  Il viaggio scorre abbastanza liscio, tra chiacchere più e meno serie. Si parla poco di kendo, siamo rilassati perché abbiamo già in parte vinto per il fatto di essere riusciti dopo 3 anni a iscriverci a questa competizione così particolare.
                  Per chi non lo sapesse la cosa divertente della Ronin Cup è che il sabato si combatte con la propria squadra, mentre la domenica si diventa dei samurai senza padrone mescolandosi con altri in squadre scelte dal caso.
                  Facciamo due pit stop al volo e alle 21:00 siamo a Romans-sur Isere, desolata cittadina dell'interno francese. Cena frugale e diretti in branda.
                  Nota della cena è che ci servono dei crostini con su dei piccoli ravioli e un'oliva.
                  Inutile dire che la nostra considerazione degli abitanti del luogo cala considerevolmente.
                   
                  Sabato 17 ore 9:00
                   
                  Siamo tra i primi nel palazzetto, l'atmosfera è familiare quasi come al Trofeo Liguria, solo che ci sono 29 squadre con competitori francesi, italiani, svizzeri e belgi!
                  La pool inizia bene con 8 ippon a zero sul Meylan2, di certo non degli agonisti esperti, e ci apprestiamo a giocarci il passaggio come primi con una delle squadre più forti del torneo. E' già momento di verifiche. Perdiamo un solo incontro per un ippon. Manchiamo la possibilità di un primo turno eliminatorio più facile ma ci siamo.
                  La fortuna ci sorride mettendoci nel lato giusto del tabellone, costringendo invece 3 squadre molto forti a contendersi un posto in finale.
                  Battiamo il Lione2 e il Meaux senza troppe difficoltà e siamo a medaglia. I nostri elementi migliori si sono scaldati e pronti a portarci in finale. Cosa che succede battendo il Lione1 per 3-0, se non ricordo male.
                  In finale veniamo asfaltati 0-5 da una sorta di nazionale Francese. Per quanto mi riguarda, il mio avversario era di un altro pianeta.
                  Premiazione, foto e a casa per la doccia. Tutti tranne Mattia, il giovincello del gruppo, che, non pago, si fa ancora un'ora di gigeiko defatigante.
                   
                  Ore 20:00
                   
                  Inizia il Sayonara party, birrette, chiacchere, qualche sigaretta di troppo per essere un gruppo di sportivi. Siamo metà di mille e quindi si mangia ogni morte di Papa ad Avignone. Tutti tranne il sottoscritto e 4 vicini di tavolo che approfittano di una figura d'elezione che riesce con svariati colpi di mano a rimpinguare costantemente la tavola di provvigioni.
                  Stanchi dalla giornata, dopo qualche altro bicchiere, sprofondiamo di nuovo nei letti dell'Hotel Magdalene.
                   
                  Domenica 18 ore 9:00
                   
                  Venghino siori, venghino. La ruota gira, dove si fermerà?!
                  Sospettiamo che abbiamo mescolato poco i bigliettini perché usciamo mezzi appaiati dal sorteggio.
                  Diana e Mortara condividono una squadra Baiardi e Barbieri un'altra. Il giovine Mattia si unisce a Yun Sook in una squadra da quattro, ed essendo il più giovine, potendo un'atleta combattere due volte, si prende questo fardello sulle spalle.
                  Flavio e Ale scoprono che il destino li ha fatti incontrare con spadaccini inesperti e soccombono ai primi incontri. Davide e io, con il supporto del grande Claudio DiPasqua e di altri due validi elementi passiamo la pool come primi. Siamo la Pesto&Ravioles. Praticamente la cosa più vicina alle bestemmie che un Ligure possa immaginare. Il giovine Mattia e "gli schiavi di Yun Sook" avanzano alle eliminatorie.
                  Ci basta un turno per essere a medaglia e ci riusciamo entrambi. Noi soprattutto grazie a Davide che batte la ragazza più forte e avvenente del torneo. Il primo ippon se lo guadagna con uno degli zanshin più tirati che ricordi.
                  In semifinale la P&R e gli schiavi incontrano due squadre leggermente superiori ed escono comunque con onore e soddisfazione.
                  Medaglie, foto e pronti per riposare. Durante i 600km che ci separano da casa!
                  Di nuovo il viaggio scorre veloce per la compagnia piacevole, nessuno dorme se non pochi minuti e ancora si parla poco di kendo. Volevamo farlo e ne abbiamo fatto!
                  Durante la sosta capiamo che l'ordine dell'universo è inalterato perché vengo apostrofato come "il pirla" anche dalla cameriera del fast food dell'autostrada.
                   
                  Visto che avevamo degli appassionati di calcio in macchina seguono brevi pagelle:
                   
                  Flavio: 9
                  Ci iscrive, organizza, ci motiva a partire e guida come solo un uomo da 35.000 km l'anno può fare.
                  Combatte come una iena fermando gente con metà degli anni e il triplo delle gare sulle spalle.
                  Stava anche per pagare tutto ma lo convinciamo a prendere qualcosa da noi.
                   
                  Ale: 8
                  Viene abbordato al minuto '7 da una svizzera e prosegue con ammiccamenti vari tra uno shiai e l'altro. Il più interessante credo resti quello con un cuoco a petto nudo a mezzanotte del sabato.
                  Combatte benissimo fino a che una recente ferita di "guerra" non lo riduce a mezzo servizio.
                   
                  Davide: 8
                  Fortunatamente combatte molto meglio di come giochi a scacchi perché se no col fischio che non avrei mai vinto un Trofeo Liguria! Contro la maggior parte degli avversari sembra di vedere il genocidio degli Utu sui Tutzi.
                   
                  Il giovine Mattia: 9
                  Dopo i 12 incontri di domenica guida ancora metà del viaggio e, in quanto giovine, prende un velox francese che speriamo non arrivi mai. Nel caso guidava la Titti.
                  Vedi LEGGENDA su dizionario
                   
                  Michele: 8 e mezzo
                  E' il personaggio che salva il mio sayonara dispensando una marea di piatti e perle, trovate forse nel mare che si stava bevendo. Il giorno dopo combatte e arbitra tra una dormita e l'altra.
                  Vedi MAESTRO sul dizionario
                   
                  Ronin Cup:10
                  Do il massimo per un'atmosfera così rilassata e quasi trasandata che mi fa apparire un kendoka normale, non ordinato, ma normale. Casa.
                   
                   
                  Alberto
                   
                   
                  • gare
                  • francia
                  • secondi
                  • vittoria
                  • ronincup
                    ]]>
                    andrea@damonte.it (Andrea Damonte) Gare Sat, 24 Oct 2015 18:49:00 +0000